Posts by Studio dr. Dutto

Claudio Dutto Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana 1

Claudio Dutto Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Posted on Nov 21, 2017 in Articoli, Curiosità, In evidenza

Claudio Dutto, 63 anni (Riva del Garda – TN), Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: ”Per la generosità con cui ha prestato il suo servizio volontario di odontoiatra per la cura dei bambini e per l’allestimento di un ambulatorio specialistico in Kenya. https://www.duttodental.it/wp-content/uploads/2017-11-20-VIDEO-00000006.mp4   Odontoiatra, attivo nella Fondazione Germano Chincherini, impegnata nei Paesi africani, con la quale, nel 2010 in Kenya, ha creato una clinica odontoiatrica dove cura gratuitamente i bambini e insegna loro la corretta igiene orale. Il progetto inizialmente consisteva in un check-up e nell’istruzione alle norme di igiene dentale. Successivamente è stato costruito lo studio e sono stati introdotti i primi macchinari: dalla semplice poltrona, alle pinze, allo strumentario di base, all’autoclave per sterilizzare gli strumenti, al braccio radiografico e allo scanner per realizzare radiografie e poter fare una diagnosi precisa. Un ringraziamento va al Dr. Di Mattia Willam che ha contribuito alla costruzione dello studio, al Dr. Graffer Lorenzo e alle ragazze dello studio di Riva del Garda che hanno accompagnato e assistito il Dr. Dutto nei suoi viaggi in Kenya e a Baldoni Maurizio che ha aiutato a montare lo studio in loco....

Learn More
Cos’è la deglutizione atipica e come possiamo aiutarti? 0

Cos’è la deglutizione atipica e come possiamo aiutarti?

Posted on Gen 11, 2017 in Articoli, Blog

La deglutizione atipica si verifica quando persistono movimenti della lingua non funzionali alla deglutizione adulta. Il modo in cui deglutiamo, infatti, evolve attraverso vari stadi nel corso della nostra vita: dalla deglutizione fetale passiamo a quella neonatale, poi a quella mista e infine a quella adulta. Si tratta di meccanismi molto diversi, e il mantenimento di una deglutizione infantile in età adulta può portare ad alterazioni del distretto facciale Perché, a volte, la deglutizione infantile non evolve naturalmente verso quella adulta? Sono state individuate diverse cause: Abitudini viziate come succhiare il pollice e/o la lingua, mangiare le unghie, l’uso prolungato del ciuccio, il digrignare i denti (bruxismo)… e molte altre Patologie come adenoidi ipertrofiche, respirazione orale, otiti.   COME FACCIO A SAPERE SE HO UNA DEGLUTIZIONE DEVIATA? La valutazione di una eventuale deglutizione deviata è di pertinenza dei professionisti. Tuttavia, è utile conoscere la differenza tra deglutizione normale e deviata per effettuare una prima osservazione su se stessi per riferire con maggior precisione al professionista. Nell’adulto, a riposo, la punta della lingua tocca la papilla retroincisale; nella deglutizione deviata spesso spinge contro gli incisivi superiori; durante la deglutizione deviata, inoltre, si può apprezzare la contrazione delle labbra e del muscolo mentoniero e la lingua spesso si interpone tra i...

Learn More
Nutrizione 0

Nutrizione

Posted on Ott 26, 2016 in Articoli, Blog

Abbiamo il piacere di comunicarvi che il nostro Studio ha iniziato a collaborare con la Dr.ssa Bellucci Alessandra, che si occuperà della nutrizione e del benessere dei nostri pazienti!   Vieni a trovarla per un consulto!    Curriculum...

Learn More
Il paradenti sportivo e la sua importanza nello sport! 0

Il paradenti sportivo e la sua importanza nello sport!

Posted on Ott 6, 2016 in Articoli, Blog

L’utilizzo di paradenti negli sport considerati non pericolosi, non ha alcuna rilevanza, ma dati e statistiche di numerose strutture ospedaliere e società sportive, dichiarano e dimostrano esattamente il contrario. Sempre più frequenti sono, infatti, i traumi a carico della faccia e soprattutto dell’area che interessa l’organo masticatorio: denti, strutture schelettriche come mascella e mandibola ed articolazione tempora-mandibolare. I denti vanno protetti e il mezzo di protezione deve essere sufficientemente adeguato al tipo di sport che si pratica. L’informazione è carente e d’altra parte esiste una grande mancanza di conoscenza da parte di numerosissimi atleti e sportivi di ogni categoria, dilettante o professionale, sulla sostanziale differenza tra paradenti di tipo preformato e paradenti di tipo individuale su misura. Una scelta non appropriata di questo dispositivo, non solo non ripara da impatti accidentali più o meno violenti, ma peggiora la condizione della pratica sportiva e della bocca dell’atleta, perché la mandibola non è assicurata da una stabile e ferma posizione in chiusura e lo sportivo, per trattenere il paradenti, deve tenere sempre i denti ben stretti e la bocca chiusa. Questa situazione affatica la respirazione durante l’affanno; respirazione che deve necessariamente avvenire tramite la bocca stessa. Il flusso e la quantità di aria sono così grandi che, l’immediata disposizione di ossigeno,...

Learn More
Lo sapevi che da oggi puoi effettuare qui le tue autoanalisi del sangue? 0

Lo sapevi che da oggi puoi effettuare qui le tue autoanalisi del sangue?

Posted on Set 21, 2016 in Articoli, Blog

Le analisi del sangue rappresentano un’informazione utile a ciascuno di noi per controllare e mantenere lo stato di buona salute in tutte le sue sfaccettature. La maggior parte delle volte però, tendiamo a rimandarle per mancanza di tempo e molto spesso di voglia! Da oggi è possibile, grazie all’autoanalisi (semplice goccina di sangue capillare prelevata dal polpastrello), effettuare le analisi del sangue di prima istanza direttamente nel nostro Studio. I dati ottenuti rappresentano un’informazione indispensabile per fare una prima valutazione dei profili ematico, diabetico, lipidico, epatico e anche dei radicali liberi, concetto questo di grande attualità. Questi dati verranno analizzati dai Medici del nostro Team, dalla Nutrizionista alla Dermatologa, al Medico Estetico e questo ci permetterà di aiutare il Paziente a prevenire su “più fronti” patologie più o meno gravi. L’autoanalisi, attraverso la misurazione di importanti parametri, permette di ottenere preziose informazioni sul nostro stato di salute, in pochi minuti, in modo rapido, sicuro e indolore… una vera rivoluzione! NON ESITARE, PRENDI IL TUO APPUNTAMENTO CON LA...

Learn More
Chi è la dermatologa e cosa fa? Vieni a scoprirlo nel Nostro Studio! 0

Chi è la dermatologa e cosa fa? Vieni a scoprirlo nel Nostro Studio!

Posted on Set 15, 2016 in Articoli, Blog

La nostra specialista in dermatologia si occupa del benessere e delle patologie che interessano la pelle, i capelli, le unghie e le mucose. Si occupa indistintamente di soggetti di tutte le età, dai bambini piccolissimi fino alla terza età e cerca di fare prevenzione e intercettare patologie che possono mettere a rischio il nostro stato di salute. Spesso è in grado di individuare la patologia dermatologica della quale si soffre semplicemente osservando attentamente la manifestazione della patologia stessa, ed è in grado di predisporre la giusta terapia di caso in caso (dermatiti, eczemi, orticarie, eritemi, micosi, verruche, psoriasi, ulcere). Le procedure più spesso utilizzate per il trattamento delle diverse patologie dermatologiche sono le seguenti: Biopsia cutanea: viene svolta prevalentemente per diagnosticare o escludere alcune malattie della pelle; Peeling: mediante l’applicazione di una soluzione chimica sulla pelle, lo strato cutaneo più esterno viene eliminato per lasciare spazio a un nuovo strato di pelle; spesso questa procedura viene utilizzata per trattare la pelle danneggiata dal sole e da alcuni tipi di acne; Asportazione di uno o più nei; Chirurgia laser: i dermatologi utilizzano la chirurgia laser per rimuovere una varietà di lesioni cutanee tra cui tumori, verruche, voglie, cicatrici, rughe. È bene chiedere un appuntamento con il dermatologo ogni qual volta...

Learn More

Le arcate dei miei denti non chiudono bene, ma sono troppo grande per mettere un apparecchio

Posted on Ago 27, 2016 in Articoli

La malocclusione può determinare effetti dannosi per tutto l’organismo come ad esempio il bruxismo, ossia la tendenza a digrignare i denti in maniera inconsapevole durante il sonno che sottopone i denti ad uno stress con danni allo smalto e tendenza alla sensibilizzazione, alla rottura e alla mobilità dei denti. Ma la chiusura scorretta del morso ha effetti diretti sulla colonna vertebrale con dolori alla schiena, al collo e alla testa anche a causa del sovraccarico delle articolazioni della mandibola. Se sino a qualche decennio fa l’apparecchio era appannaggio dei più piccoli, con l’avvento di strumenti ortodontici invisibili, si sono accostati a queste tecniche anche moltissimi...

Learn More

Come si utilizza lo spazzolino elettrico?

Posted on Ago 6, 2016 in Articoli, Blog

Lo spazzolino elettrico è un fedelissimo alleato nella gestione quotidiana della nostra igiene dentale. La sua testina rotonda ed i movimenti rotanti ed oscillanti ad alta frequenza puliscono i denti delicatamente, assicurando nel contempo un’efficace e profonda pulizia dentale. Lo spazzolino elettrico primeggia per la comodità d’utilizzo e per la straordinaria efficacia nel rimuovere i residui di cibo e placca batterica, sia dalla superficie masticatoria dei denti, sia da quella interprossimale (tra dente e dente). Per una corretta igiene dentale casalinga, le setole dello spazzolino elettrico devono insistere sui denti, spazzolandoli uno per uno, almeno tre volte al giorno, ed immediatamente dopo i pasti. È inoltre necessario prestare particolare attenzione nel dedicare minimo due minuti di tempo all’igiene orale. 
Si consiglia di preferire gli spazzolini elettrici muniti di testine intercambiabili che – proprio come uno spazzolino manuale – dovrebbero essere sostituite ogni 2-3 mesi. Se dopo questo periodo di tempo le setole dello spazzolino risultano ancora dritte e non usurate, significa che la pulizia dentale non è stata eseguita correttamente.   Come si utilizza? Anche se piuttosto semplice da utilizzare, lo spazzolino elettrico viene spesso usato in modo inadeguato, vanificando così la pulizia dei denti. Cerchiamo dunque di comprendere quali sono i principi basilari per eseguire una corretta igiene di bocca, lingua e gengive. Per una pulizia...

Learn More
La fatina dei denti ☺ 0

La fatina dei denti ☺

Posted on Lug 28, 2016 in Articoli, Blog

Intorno ai 5 anni i dentini da latte possono cominciare a dondolare per dare il cambio ai denti definitivi. L’appuntamento con la Fatina del dentino è un momento magico della nostra infanzia. Le leggende intorno alla caduta dei denti da latte sono tante. Ma la più celebre e amata è quella della Fatina del Dentino; una fiaba francese del XVIII secolo. La Bonne Petite Souris, parla di una fata che aiutò una regina a sconfiggere un re malvagio, per poi torturarlo facendogli cadere tutti i denti. Da quel giorno ogni dente caduto va nascosto sotto al cuscino o in un posto segreto della casa. Di notte la Fatina arriverà a prenderlo per inserirlo nella sua collezione di dentini dei bambini e in cambio lascerà una moneta o un piccolo regalo. La visita della Fatina arriva intorno ai cinque/sei anni, quando il primo dei 20 denti da latte comincia a dondolare (in genere si inizia con gli incisivi superiori e poi con quelli inferiori) e poi improvvisamente cade. Un tempo le nostre nonne usavano attaccare il dente che dondolava a un filo legato alla maniglia di una porta che veniva chiusa con forza: in questo modo il dente pendulo cadeva subito, oggi si preferisce aspettare il momento “giusto”. Se il...

Learn More
Quali sono i cibi che fanno bene ai nostri denti? 0

Quali sono i cibi che fanno bene ai nostri denti?

Posted on Giu 24, 2016 in Articoli, Blog

È già! Proprio così, ci sono molti cibi che fanno bene ai nostri denti e ve li elencheremo di seguito: TÈ VERDE Sembrerebbe che il tè verde sia un vero e proprio farmaco risolutore di tantissimi problemi di salute. In particolare, per quanto riguarda l’igiene orale, è un toccasana. Infatti, il tè verde contiene catechine, un composto chimico complesso con riconosciute proprietà antibatteriche e di controllo sulle infiammazioni. Le catechini sarebbero dei veri e propri antibiotici correlati in modo stretto ai benefici del tè verde. FRAGOLE, KIWI E ALTRI AGRUMI Sappiamo tutti del potere benefico della vitamina C, in generale, ma ancora è poco conosciuta l’azione che questa ha su denti e gengive. Infatti la vitamina C previene il decadimento del collagene, sostanza fondamentale per le gengive: senza collagene, le gengive perdono di tono e diventano più esposte alle problematiche del cavo orale. Al contrario di ciò che si pensa, il kiwi e le fragole detengono il titolo di cibo con maggiore concentrazione di vitamina C, mentre gli agrumi seguono a breve distanza. In più, agrumi, fragole e kiwi oltre a potenziare il collagene, svolgono un’azione astringente che previene il naturale ingiallimento dei denti dovuto al tempo e al consumo di bevande, quali caffè e vino. NOCI E SEMI...

Learn More