Dal dentista: cosa sono gli intarsi e le faccette dentali?

Oggi i pazienti pretendono dal proprio dentista non solo un risultato funzionalmente perfetto del trattamento, ma anche e sempre più spesso un miglioramento del proprio aspetto.
L’evoluzione dei sistemi adesivi e delle resine composite, ha consentito al dentista di poter scegliere in un sempre maggior numero di situazioni cliniche.
I compositi ed i moderni adesivi smalto-dentinali sono oggi sempre più in grado di garantire, se utilizzati in modo corretto, ottimi risultati a lungo termine da un punto di vista morfologico e funzionale con risultati estetici invisibili sia nei settori posteriori, che nei settori anteriori, inserendo faccette dentali o intarsi, contribuendo in larga misura al quasi totale abbandono dei materiali metallici tradizionali.
Tali restauri consentono il massimo risparmio di tessuto dentale garantiscono un’estetica eccellente e un ripristino funzionale, ma devono essere effettuati da personale qualificato perché ottimi risultati possono essere assicurati solo da un attento studio effettuato in laboratorio.
Il ripristino dell’elemento dentale nei settori posteriori viene effettuato mediante intarsi estetico-adesivi, modellati in laboratorio e poi cementati.
Nel settore anteriore, dove l’aspetto estetico-cosmetico ha un peso sempre maggiore, si installano faccette dentali adesive, anch’esse modellate e caratterizzate in laboratorio in collaborazione con il tecnico e cementate alla poltrona dal dentista, assicurando un risultato predicibile, conservativo e duraturo.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *