Gengivite: perché le gengive sanguinano?

La gengivite come è facile da intuire è un infiammazione delle gengive che circondano i denti, ed è una delle tante malattie che colpiscono la salute del parodonto (cioè i tessuti che circondano i denti e le gengive, tessuti molli e ossa). Le malattie parodontali sono spesso classificate in base alla loro gravità. Si va dalla gengivite lieve alla più grave parodontite e, infine, alla gengivite necrotizzante ulcerativa acuta, che può causare problematiche anche molto gravi.

I principali sintomi della gengivite sono gonfiore, arrossamento, dolore e sanguinamento delle gengive, il respiro comincia ad assumere un cattivo odore e le gengive cominciano a perdere la loro normale struttura e colore. Una volta erano forti e rosa, ora cominciano a infiammarsi e ad assumere un forte colore rosso.

Quando la gengivite non viene trattata, può degenerare in parodontite, malattia in cui lo strato interno della gengiva e l’osso si allontanano dai denti e formano delle tasche. Questi piccoli spazi tra i denti e le gengive possono raccogliere batteri e residui di cibo e possono infettarsi.

Come curarla o prevenirla?
Regolari sedute di igiene dentale per rimuovere l’accumulo di placca sono necessarie per combattere la gengivite, una volta rimossa la placca, l’utilizzo regolare dello spazzolino e del filo interdentale ne riduce al minimo la formazione.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *