Russamento e apnee del sonno

Di cosa si tratta
Il rumore caratteristico del russare è il risultato di un turbolento passaggio dell’aria attraverso le alte vie respiratorie provocato da una limitazione anatomo-funzionale che ostacola un regolare flusso dell’aria a tale livello.

Il russare come malattia
Solo recentemente si è compreso che questa particolare forma di emissione sonora può provocare serie conseguenze per la salute di chi ne soffre e costituisce il segnale d’allarme di due malattie importanti: la roncopatia cronica e la più grave sindrome da Apnee del Sonno.
Si stima che circa il 30% della popolazione adulta ne sia affetta. Per buona parte di queste persone russare non ha conseguenze sul piano medico ma rappresenta un importante problema nella vita di relazione.

Nella roncopatia cronica i pazienti russano in modo discontinuo, a volte con forte rumorosità e progressivamente tendono a presentare sintomi che indicano un sonno disturbato ed una ridotta ossigenazione dell’organismo: risveglio difficile, affaticamento mattutino, talvolta cefalea.
Gradualmente viene ad instaurarsi una vera e propria Sindrome delle Apnee del Sonno.

Nella Sindrome delle apnee del sonno, il sonno del paziente è caratterizzato da frequenti risvegli, da agitazione, da continui cambiamenti di posizione, da forte e violento russamento interrotto da fasi di silenzio (apnee) in cui il soggetto non riesce a respirare e possono comparire “rantoli e boccheggiamenti”
Il paziente può sospettare la presenza di Sindrome delle apnne del sonno quando accusa forte sonnolenza diurna.

Il nostro approccio al trattamento del problema del russamento è fondato sulla massima individualizzazione della scelta terapeutica al fine di trovare la soluzione più appropriata per ogni singolo caso.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *